CARSON – “DROWN THE WITNESS”

drown-the-witness

Ricordate di quel soldato confederato che nel 1862 riuscì a sottrarre al suo reggimento una cassa da duecentomila dollari e a nasconderla chissà dove? In qualche modo la storia dei Carson inizia proprio dal capolavoro western di Sergio Leone, da un’idea di Kieran Jones che prese spunto da quel Jackson che inseguito dal sergente unionista Sentenza (il Cattivo) cambiò nome per diventare il celeberrimo Bill Carson.
Per fortuna la storia della band svizzera non ha fatto la fine del confederato, morto poco dopo aver rivelato al Biondo il nome della tomba in cui giacevano i duecentomila dollari sottratti al proprio reggimento, anzi.
Kieran Mortimer-Jones, front-man della band nata in Nuova Zelanda, è riuscito a portare in Europa tutto il suo talento, unendosi tra il 2011 e il 2012 a Jan Kurmann e Elina Willener, per formare il trio che ancora oggi domina la scena desert psychedelic stoner rock Svizzera e non solo.

Ed è di pochi giorni l’uscita del loro nuovo lavoro, Drown the Witness, che come un fulmine a ciel sereno ha già sconvolto i sostenitori del trio con base a Lucerna, confermando una volta di più la capacità della band di miscelare nei quarantatré minuti dell’opera quel perfetto mix di chitarre fuzz, batteria, e tutta la brutalità dei riff di basso, accompagnati da melodie vocali accattivanti che fanno di questo Album qualcosa da non lasciarsi assolutamente sfuggire.

“Drown the Witness”, open track omonima dell’Album, e “Divided” fanno immediatamente comprendere le capacità di cui dispongono i tre ragazzi, un impatto che non vi potrà passare inosservato, facendovi immergere (ma senza per nulla affogare) nella cultura del desert-stoner più crudo che solo Kieran Mortimer-Jones poteva traghettare dalla lontana Auckland.
Con “And his Bone” cambiano le sfumature senza però snaturare il credo. Emerge senza filtri alcuni il ritmo della batteria di Jan, capace di fondere nei quattro minuti del brano tutto il repertorio del genere. Maiuscola senza discussione alcuna l’interpretazione.
Con “Mold” entriamo nel cuore dell’Album, dove la psichedelia la fa assolutamente da padrona. Il suono della chitarra è tagliente come lame, capace di fondersi con il fuzz della stessa per portare l’ascolto verso un mondo totalmente da esplorare. Nel mezzo l’esplosione dello stoner più puro che fa della quarta traccia dell’opera un’autentica chicca da godere in tutta la sua interezza. Ma non finisce qui.
Il collante che si crea tra Mold e “Pissing in the Wind” non vi farà nemmeno rendere conto di essere entrati nel quinto brano dell’Album.
Un inclusione accompagnata da un riff ipnotico vi trasporterà per tutti gli otto minuti della traccia più significativa dell’intero lavoro, ennesima pietra miliare di una band che sta marchiando in calce il futuro del genere.
“Chicken” e “Amber” chiudono l’opera tenendovi appiccicati ai subwoofer del vostro impianto. Devastante l’intro di Chicken, capace prima di favi saltare come grilli impazziti e successivamente di ammaliarvi con la voce e la chitarra di Kieran. Completo ed energico al punto giusto, il penultimo brano dell’Album fa da preludio ad una chiusura che vi lascerà senza fiato.
Il riff di basso a tratti sabbathiano di Elina introdurrà una traccia che al suo termine vi metterà nella condizione obbligata di ricominciare da capo, esplodendo in un turbinio di emozioni che vi si avviteranno per sempre nell’anima.

Drown the Witness
by Carson

1. Drown the Witness 06:47
2. Divided 06:17
3. And his Bone 04:44
4. Mold 04:19
5. Pissing in the Wind 08:55
6. Chicken 08:41
7. Amber 03:49

Official Site
released February 4, 2017

Kieran Mortimer-Jones – Guitar and Vocals
Jan Kurmann – Drums
Elina Willener- Bass

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...